it Italian

Walter Schels

Teller

“Al momento di fotografare, come al solito, non avevo nessuna intenzione, nessuna idea: mi limitavo a osservare i piatti vuoti e i rifiuti, giacché mi piacciono, senza pensarci troppo su. A volte immagino quanti insetti e piccoli animali potrebbero nutrirsi a lungo dei nostri avanzi.

Sono un figlio della guerra: avevamo galline, conigli, due maiali – tutto di nascosto, perché rigorosamente vietati – due gatti e un cane pastore. Ciascuno di loro doveva essere nutrito, quindi non c’erano scarti di cibo, i piatti venivano leccati, non si usava il detersivo e il resto finiva tutto ai maiali, ovviamente.

C’era solo acqua di sorgente, non avevamo né riscaldamento centralizzato, né acqua corrente, solo quella che prendevamo dal pozzo. Allora ero schizzinoso, non mi piaceva mangiare molte cose, in particolare lo ‘Schlachtschüssel’, un piatto tedesco composto di pancetta bollita e salsiccia. Non mangerei mai una cosa del genere, nemmeno oggi. Non mi era permesso lasciare la tavola prima che il piatto fosse vuoto, ed è così ancora oggi. Forse è grazie a questi ricordi che ho fotografato questa serie”.

Biografia

Walter Schels (1936, Landshut, Germania) ha lavorato come decoratore di finestre a Barcellona (Spagna), in Canada e a Ginevra (Svizzera). Nel 1966, a New York, diventa fotografo. Nel 1970 torna in Germania e lavora nel settore pubblicitario e per diversi magazine. Schels è noto per i suoi ritratti di artisti, politici, filosofi, celebrità e anche per i suoi ritratti di animali. Nel 1975 vive un’esperienza di importanza fondamentale, quando gli viene chiesto di documentare una nascita della rivista Eltern (Genitori). Da quel momento in poi Schels si è concentrato sull’osservazione dell’esistenza umana in condizioni estreme. Schels ha ricevuto molti riconoscimenti, tra cui il Premio Hansel-Mieth, il World Press Photo 2003 per la categoria Contemporary Issues e Lead Award (2004). Schels è membro della Freie Akademie der Künste di Amburgo e membro onorario della Association of Freelance Photo Designers (BFF).

GLI ARTISTI

IN MOSTRA

Francesco Rucci
Francesco Marinelli

Future food

Future Food è un viaggio tra la documentazione e l’evoluzione del cibo. Un viaggio che mira a rispondere, attraverso le tecnologie alimentari emergenti, a un problema sempre più reale e imminente. […]

Aleksey
Kondratyev

Ice Fishers

Per generazioni, i pescatori kazaki si sono imbarcati sul fiume ghiacciato Ishim, nella speranza di pescare sotto lo strato di ghiaccio. L’Ishim attraversa la Capitale del Paese, Nur-Sultan, una città futuristica e ricca di […]

Flavio & Frank
GABRIELE SURDO

Yeast Stories

In un breve lasso di tempo, il volto della Regione Puglia è completamente cambiato: da meta di un turismo di massa, fatto “solo” di mare cristallino e spiagge dorate, questa terra è diventata la preferita di chi cerca l’autenticità delle cose. […]

Franck
Vogel

Bishnois

I Bishnoi: ecologisti dal XV Secolo. La comunità Bishnoi ha fatto della conservazione della fauna selvatica e della protezione dell’ambiente il lavoro di una vita. Considerando gli animali e gli alberi come membri della loro famiglia […]

Gabriele
Galimberti

In her Kitchen

Il manzo a fettine viene saltato in padella, il pane cuoce nel forno finché la crosta non diventa croccante, il salmone viene servito con rametti di aneto e del limone tagliato a fettine sottili e l’iguana cuoce lentamente nel latte di cocco […]

Ingerid
Jordal

She Hunts

In vista della mia primissima caccia all’alce ero nervosa. In realtà, speravo di non vedere mai un alce, così non avrei dovuto prendere la decisione di premere il grilletto. Quando alla fine ho sparato al primo alce, […]

Valentina Piccinni
JEAN-MARC CAIMI

Fastidiosa

Nella penisola salentina, in Puglia, negli ultimi sette anni, la Xylella Fastidiosa – un batterio patogeno – ha causato la diffusione di una rapida sindrome da disseccamento degli ulivi, un’emergenza fitosanitaria che uccide […]

Manuela
BraunmÜller

One Chicken

Il pollo è il volatile più diffuso al mondo. Originariamente, migliaia di anni fa, si trovava solo nelle giungle del sud-est asiatico. Oggi, la moderna zootecnia ne ha permesso la proliferazione tanto da collocare i polli […]

Marie
Hald

I am Fat

Ne hanno passate troppe. Si rifiutano di vergognarsi. Si rifiutano di nascondersi. E ne hanno abbastanza di essere prese di mira verbalmente, di essere fissate e derise. Di essere oggetto di scherno e odio […]

Michele
Sibiloni

Nsenene

Le cavallette, “nsenene” nella lingua locale, sono tanto una prelibatezza quanto una fonte di reddito in Uganda. Migrano in massa due volte l’anno, subito dopo le stagioni delle piogge, riversandosi nel cielo in enormi stormi […]

Rebecca
RÜêtten

Contemporary Pieces

Contemporary Pieces è un progetto che tratta argomenti quali l’erotismo, la presentazione e il carisma dei dipinti del periodo rinascimentale. Nel tardo Rinascimento (primi anni del 1500), i pittori italiani e olandesi ritraevano […]

Walter
Schels

Plates

Al momento di fotografare, come al solito, non avevo nessuna intenzione, nessuna idea: mi limitavo a osservare i piatti vuoti e i rifiuti, giacché mi piacciono, senza pensarci troppo su. A volte immagino quanti insetti […]